Blair Witch

Blair Witch: L’annuncio dalla conferenza Microsoft!

Che lo si apprezzi o no, sarebbe sciocco negare quanto The Blair Witch Project sia stato in anticipo sui tempi: riuscire ad incastonare un semplice film horror a basso budget in una massiccia campagna virale alla fine degli anni ’90 era un’impresa mastodontica, ma i risultati parlarono chiaro. Fra isterie di massa e detrattori che hanno sparlato del film senza considerare l’esperienza nella sua completezza, il film è rimasto nell’immaginario collettivo come un piccolo, diabolico esperimento. Da allora ne sono passati di anni, 20 per essere precisi. Probabilmente per celebrare questo importante anniversario, la Microsoft ha appena annunciato, nel corso della sua conferenza all’E3, Blair Witch, il gioco basato sul film. Ecco a voi il trailer:

In superficie, è del tutto lecito reputare Blair Witch come un titolo in netto ritardo. Come dicevo il film ha i suoi annetti, decisamente tanti per quello che è considerabile un fenomeno di nicchia. E, soprattutto, il genere horror ha già visto dei titoli che sembrano davvero troppo simili a questo trailer, in primis i due Outlast e Resident Evil VII, ma anche titoli minori come Slender: The Arrival. Se c’è qualcosa che potrebbe aiutare questo nuovo titolo a brillare sarà la componente psicologica, la voglia di sperimentare con un gameplay non lineare, surreale, onirico. Una premessa semplice può comunque brillare se proposta in una veste innovativa. Sarà un risultato semplice da ottenere? Chissà. Nel frattempo aspetteremo il 30 agosto con una discreta curiosità.

A presto con tutte le novità dall’E3!

Fonte: IGN

Mite ragazzo di classe ‘96, appassionato di lunga data di gaming, si dimostra un precursore quando, nel lontano 2000, viene trovato a strisciare le carte di credito dei genitori sulla PsOne per comprare un migliaio di gemme su Spyro 2. A questo incontrastato e patologico amore per le microtransazioni, si affianca l’amore per il cinema d’autore. In nome di questa passione, si imbarca in un viaggio mistico fra India, Nilo e Miami alla ricerca della vera essenza dei Cinepanettoni: è qui che, ispirato dalle note di Scatman, decide che la missione della sua vita sarà quella di scrivere il film che riunirà Boldi e De Sica. Fino ad allora, l’entusiasmo del lavoro in Fr4med sarà solo la maschera che nasconde il profondo trauma per questa atroce separazione. AGGIORNAMENTO: Dopo la spontanea riappacificazione di Boldi e De Sica, vive una profonda crisi mistico-spirituale. Arriva quindi a definirsi “profeta”, abbracciando lo stile di vita da eremita. Se lo cercate, lo troverete in una remota grotta, mentre si nutre solo di muschio e condensa ed estorcendo la modica cifra di 500€ ad ogni visitatore per delle infondate e truffaldine previsioni del Superenalotto.