Rest Stop: Ancora una trasposizione per King

È inevitabile pensare a Stephen King che canta “Take Another Little Piece Of My Heart Now Baby!” di Janis Joplin.

Proprio in questi giorni vi abbiamo parlato di quanto trasposto (e forse incompreso) sia lo scrittore del Maine e ad oggi arriva la notizia di un nuovo progetto in cantiere.

Sarà Alex Ross Perry  a dirigere e sceneggiare Rest Stop, film tratto dall’omonimo racconto pubblicato su Esquire nel 2003 e successivamente incluso nella raccolta Al Crepuscolo” del Re.
La storia è quella di un professore di letterature e scrittore che, di ritorno da un convegno, si ferma ad un’area di servizio e vede un uomo ubriaco aggredire una donna. Da qui la scelta: fuggire nell’omertà più totale o lasciare che quella piccola e violenta parte di sé che usa come pseudonimo nei libri esca fuori?

Il tema del doppio alla Jekyll & Hyde non è una novità negli scritti di King, considerando anche il recente “The Outsider” o il già trasposto “La metà oscura” del ’92, ma forse in questo caso il regista ha deciso di ispirarsi solo liberamente a questo breve racconto. Il film, infatti, è stato descritto come “un thriller propulsivo di caccia tra gatto e topo, che segue il contorto viaggio di due donne dopo un incontro fatale ad un’area di sosta autostradale”.

Incaricato direttamente dalla Legendary Pictuers per questa impresa, Alex Ross Perry è un nome che risulterà sconosciuto ai più qui in Italia. I suoi 6 film, infatti, risultano tutti inediti nel Bel Paese, ma il suo recente Her Smell, con Elisabeth Moss e Cara De Lavigne è stato presentato al 43° Toronto International Film Festival lo scorso Settembre.  È stato anche co-sceneggiatore per il dolcissimo Ritorno al Bosco dei 100 Acri della Disney.

Come sarà passare da Winnie The Pooh ad uno scrittore che dà di matto? Ai posteri l’ardua sentenza.

Restate con noi per aggiornamenti.

Fonti: Variety; Coming Soon

Avete presente la scena in cui uno sfigatissimo Peter Parker corre dietro all'autobus all'inizio di Spiderman e poi, quello stesso giorno, viene morso da un ragno radioattivo che lo fa diventare uno dei supereroi più forti, cool ed amati del mondo? Ecco, Lorenzo Cuzzucoli, classe '93, è esattamente quello che corre dietro l'autobus. Non avendo ancora trovato un ragno radioattivo (nonostante i numerosi tentativi) ha deciso di svolgere la sua attività di supereroe intraprendendo l'oscura via della Medicina. Un Don Chisciotte dei fumetti, vive la sua vita accecato da fantasie di bambino e tra libri, film e serie tv, lotta a fianco del suo fido scudiero Sancho (la chitarra), cantando le nobili gesta all'amata Dulcinea (la musica)! Finora i mulini a vento hanno avuto la meglio, ma chissà, oggi quei giganti non sembrano poi così grandi...