Jedi: Fallen Order

Star Wars: Ecco il trailer di “Jedi – Fallen Order”

Il rapporto di EA con il brand di Star Wars ha avuto i suoi alti e bassi, e questo è ben noto. I giorni dei capolavori del calibro di Star Wars: The Old Republic ed i primi titoli della serie Battlefront sono stati oscurati dalle ultime vicende, specialmente i due remake di Battlefront, che hanno saputo suscitare una buona dose d’attenzione per tutti i motivi sbagliati. Eppure, ecco qualcosa di nuovo. Qualcosa che, pur essendo cauti, potrebbe rivelarsi una svolta positiva per la software house. Questo qualcosa di nuovo si chiamerà Star Wars Jedi: Fallen Order, ed eccone il primo trailer:

Non farti notare, accetta il passato, non fidarti di nessuno“: queste sono le regole per la sopravvivenza dettate dal protagonista del gioco, tale Cal Kestis, giovanissimo padawan ritrovatosi di fronte ad uno dei momenti più scuri dell’universo di Star Wars. Jedi: Fallen Order, infatti, sarà ambientato poco dopo la trilogia prequel, all’ombra del famigerato Ordine 66. I Jedi non sono solo praticamente spariti, ma sono anche cacciati senza pietà dal neonato Impero. Il trailer non mostra nulla in fatto di gameplay, ma ci da una chiara visione della direzione che il viaggio di Kestis prenderà. Un viaggio alla scoperta di sé, con l’obiettivo di abbracciare nuovamente la Forza, tenuta nascosta per necessità. Insomma, conoscendo le malvagie macchinazioni di EA già viste in passato, può risultare difficile credere alla bella promessa di un titolo puramente single-player, privo di microtransazioni e loot boxes. EA assicura che tutto ciò non farà parte del gioco, né al lancio né successivamente. Che si possa aprire uno spiraglio di redenzione per una compagnia che ha saputo attrarre così tanto odio su di sé? Per esserne certi, aspetteremo fino alla data d’uscita del titolo, fissata al 15 Novembre 2019.

Per tutte le news, rimanete con noi!

Fonte: Multiplayer

Mite ragazzo di classe ‘96, appassionato di lunga data di gaming, si dimostra un precursore quando, nel lontano 2000, viene trovato a strisciare le carte di credito dei genitori sulla PsOne per comprare un migliaio di gemme su Spyro 2. A questo incontrastato e patologico amore per le microtransazioni, si affianca l’amore per il cinema d’autore. In nome di questa passione, si imbarca in un viaggio mistico fra India, Nilo e Miami alla ricerca della vera essenza dei Cinepanettoni: è qui che, ispirato dalle note di Scatman, decide che la missione della sua vita sarà quella di scrivere il film che riunirà Boldi e De Sica. Fino ad allora, l’entusiasmo del lavoro in Fr4med sarà solo la maschera che nasconde il profondo trauma per questa atroce separazione. AGGIORNAMENTO: Dopo la spontanea riappacificazione di Boldi e De Sica, vive una profonda crisi mistico-spirituale. Arriva quindi a definirsi “profeta”, abbracciando lo stile di vita da eremita. Se lo cercate, lo troverete in una remota grotta, mentre si nutre solo di muschio e condensa ed estorcendo la modica cifra di 500€ ad ogni visitatore per delle infondate e truffaldine previsioni del Superenalotto.