In arrivo un crossover tra la Justice League e Black Hammer

La DC Comics e la Dark Horse hanno annunciato l’arrivo di una miniserie crossover tra Justice League, titolo edito da DC Comics e Black Hammer, edito da Dark Horse. Black Hammer/Justice League: Hammer Of Justice sarà composta da cinque numeri scritti da Jeff Lemire ed illustrata da Micheal Walsh. A parlare del crossover è lo stesso Lemire in occasione di una chiacchierata con IGN:

Superficialmente ci sono delle similiarità, ovvero sia Martian Manhunter che Barbalien sono eroi provenienti da Marte e, affiancando i personaggi, potremo creare qualcosa di unico. Per me e credo anche per i fan, la cosa più bella di Black Hammer è la possibilità di leggere un fumetto supereroistico e seguire i personaggi senza tie-ins ed eventi interminabili. Questa però è stata un’eccellente opportunità per poter raccontare una storia divertente e, per fortuna, potremo introdurre Black Hammer a numerosi nuovi lettori. Ho ancora tante storie che voglio raccontare da solo. Ovviamente voglio che Black Hammer continui a crescere e ad evolversi autonomamente, ma ciò non significa che questa sia una storia immaginaria o da buttare via, in quanto avrà un impatto a livello emozionale su entrambe le parti. Inoltre ci sarà un altro aspetto molto importante, ma purtroppo non posso anticiparlo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nonostante i dettagli della storia non siano ancora stati rivelati, diversi report indicano che la storia avrà inizio quando un uomo, in qualche modo, arriverà simultaneamente alla fattoria Black Hammer e a Metropolis. Il risultato? Entrambi i mondi sono distorti ed è proprio qui che Starro, villain della Justice League, metterà in atto il suo piano.

Black Hammer/Justice League: Hammer of Justice #1, scritto da Jeff  Lemire Michael Walsh sarà disponibile nelle fumetterie statunitensi a partire dal 10 luglio. 

Fonte: CBR

Sarcastica, ironica e cinica, nasce nel 1995. Non essendo mai stata brava a parlare di sé, preferisce che siano i fatti a farlo. In tenera età viene catapultata nel mondo dei videogames e da allora non ne è più uscita. Ha una piccola (si fa per dire) passione per la programmazione, la fotografia e la musica rock. Il suo punto debole sono i bulldog ed i paesi nordici.