Netflix: Warren Ellis ha rifiutato un ruolo in Black Mirror – Bandersnatch

Durante l’ultima edizione di Orbital Operations, la newsletter settimanale di Warren Ellis, l’autore ha raccontato di aver rifiutato un ruolo in Black Mirror: Bandersnatch. A causa di alcuni impegni legati alla serie animata su Castlevania, lo scrittore non ha potuto accettare il ruolo. Ellis racconta:

Tratto da una storia vera: mi è stato chiesto di interpretare il ruolo del misterioso autore Jerome F. Davies in Black Mirror: Bandersnatch.  Mi è stato chiesto a fine marzo 2018, le riprese sarebbero partite ad inizio del mese di aprile.  Tre giorni di lavoro, tra cui uno di questi giorni non mi è neanche stato specificato. Sei ore di viaggio per arrivare alla location e tornare a casa. Ero troppo impegnato con il mio show (nominato Miglior Serie d’Animazione del 2018 da IGN) per passare così due giorni. Inoltre, con la possibilità che il giorno che non mi è stato detto (quello delle effettive riprese) sarebbe stato proprio quello dove non potevo restare sul set. Sono comunque contento che mi abbiano chiesto di far parte del lavoro.

bandersnatch

Ellis non ha potuto accettare la parte, al suo posto, il designer di videogiochi inglese Jeff “Yak” Minter ha avuto il ruolo di  Jerome F. Davies.  Scritto da Charlie Brooker e diretto da David Slad, Black Mirror: Bandersnatch è il primo film interattivo dell’amata serie Netflix, disponibile sulla piattaforma streaming dal 28 dicembre 2018.

Sarcastica, ironica e cinica, nasce nel 1995. Non essendo mai stata brava a parlare di sé, preferisce che siano i fatti a farlo. In tenera età viene catapultata nel mondo dei videogames e da allora non ne è più uscita. Ha una piccola (si fa per dire) passione per la programmazione, la fotografia e la musica rock. Il suo punto debole sono i bulldog ed i paesi nordici.