Panini Comics: Amazing Spider-Man #1 – Un nuovo giorno con Spencer e Ottley | Recensione

Tempo di fresh start anche per il Ragno. Dopo una gestione con più bassi che alti iniziata da Dan Slott nel 2007, Spider-Man è pronto a ripartire con un nuovo team creativo composto da Nick Spencer e Ryan Ottley. Per aggiungere ancora più dinamismo al rilancio, ci sarà anche la presenza di Humberto Ramos che non ha mai smesso di saltellare qui e lì sulla testata dell’Arrampicamuri.

spider-man

Con il primo capitolo di Ritorno alle Origini, si sente profumo di freschezza sin dalla prima pagina che… niente non si può dir nulla in realtà, sarebbe già spoiler. Spencer e Ottley mettono subito in chiaro le loro intenzioni: si torna all’amichevole Uomo Ragno di quartiere. Niente più alta tecnologia o industrie Parker ad eclissare la personalità tanto sbadata quanto fondamentale per un personaggio che sin dal suo esordio ha fatto innamorare i lettori già da prima che indossasse una calzamaglia. Si torna al costume classico e, soprattuto, si torna a scorrere le pagine dell’albo con grande leggerezza e piacere. Se prima Spider-Man non aveva un attimo di tregua e sembrava essere più in costume che nella sua vita, ora finalmente torna la sfera personale di Pete. Tornano ovviamente i guai, il capro espiatorio per quanto un pochino banale ci risulta accettabile. Come se gli autori volessero farci riprendere confidenza e accompagnarci nella lettura di un fumetto carico di quotidiano, ma con la giusta dose di mistero e di minaccia incombente. In effetti la copertina potrebbe già suggerirci qualche idea.

Inutile sottolineare come la novità più gradita di questo albo sia il disegnatore. Se infatti i fan erano pronti a spendere qualche lacrima per la fine di Invincible, potranno felicemente asciugarsele per il ritorno di un Ottley impegnato su un terreno sì meno crudo e violento, ma pur sempre avventuroso in cui l’azione non manca mai. Ovviamente non avremo scenari splatter o cruenti come nel mondo di Mark Grayson ma la grande umanità e senso anatomico con cui Ottley caratterizza i suoi lavori si fa sentire. Amazing Spider-Man è un’ottima palestra per lui e sarà interessante vedere misurare un pochino di più i suoi colpi, permettendogli così insieme a Spencer di incentrarsi sui rapporti interpersonali.

Insomma, siamo contenti di un team creativo che sembra già avere le idee ben chiare sul da farsi. Noi ci mettiamo comodi e abbiamo tutta la voglia di lasciarci trasportare da una run che potrebbe avere buone possibilità di entrare tra le più divertenti e promettenti del Ragno.

Oltre alla storia principale troviamo anche la prima parte de La Rinascita de Sinistri Sei, in cui abbiamo Miles Morales alle prese con dei nuovi nemici, uno in particolare lo conosce molto bene. Scritta da Brian Michael Bendis e disegnata da Oscar Bazaldua, la storia riprende l’arco narrativo precedente introducendoci ad una nuova e potente minaccia. In conclusione, Diritto di Precedenza è una simpatica storia breve in cui Ganke, migliore amico di Miles, sarà alle prese con il suo esame per la patente di guida. Peccato che Overdrive non abbia nessuna intenzione di facilitargli il lavoro. Scritta da Emily Ryan Lerner e disegnata da Alberto Alburquerque, colori di Carlos Lopez.

spider-man

Classe'93, romano. Fondatore e redattore di Fr4med, a causa di un'amicizia sbagliata si mette nei guai intorno ai 10 anni. Tra un disturbo di personalità e manie ossessivo-compulsive, si laurea in Psicologia confermando perfettamente gli stereotipi di facoltà. Ha scritto per le redazioni di Geek Area e NerdM0vie Productions. Ha un debole per l'Africa.