The Foursome Quote #17 – Citazioni in Arrow

Benvenuti carissimi lettori di Fr4med al diciassettesimo episodio di The Foursome Quote. Se siete nuovi arrivati eccovi un bel link al primo episodio dove vi sarà spiegato per filo e per segno in cosa consiste questa rubrica settimanale.

Il tema di questo episodio è: Citazioni sul mythos di Freccia Verde nella serie tv Arrow.

arrow

Il serial della The CW basato sul supereroe Green Arrow pubblicato dalla DC Comics non ha decisamente bisogno di presentazioni, in quanto è diventato un fenomeno mediatico così in fretta e con tanto successo, che perfino i profani della serialità televisiva si sono approcciati allo show “perché tanto la guardano tutti”. Come succede a molti, la serie si è lasciata inglobare dal suo stesso successo e oggi non è più visivamente e narrativamente efficace come lo erano le prime stagioni. Questo non gli ha però impedito di inserire dei pregevoli omaggi, onde poteva, al mondo del fumetto. Vediamo le quattro scelte.

1:  In Docket No. 11-19-41-73 (ventunesima puntata, sesta stagione) in titolo cita una serie di numeri che compongono la data e il numero della prima apparizione ufficiale di Freccia Verde (e di Speedy/Roy Harper, che già allora gli faceva da sidekick): More Fun Comics #73 del 19 Novembre 1941 – o 19/11/1941, se preferite. 

arrow

In quel numero, tra le altre cose, esordì anche il personaggio di Aquaman per la prima volta.

2: In Damaged (quinto episodio, prima stagione) Oliver Queen dà una festa in costume a casa sua e finisce per indossare un costume da carcerato completo di numero identificativo. Il numero stampato sulla divisa è: 399471, il codice hex per il colore verde. 

3: In Suicide Squad (sedicesimo episodio, seconda stagione) gli autori avevano pensato di introdurre il personaggio di Harley Quinn, prima come easter egg in quell’episodio, poi nel season finale della seconda stagione. Tuttavia, visto c’era già in programma di farla comparire nell’omonimo lungometraggio della Warner Bros. facente parte del DC Extended Universe, gli autori di Arrow furono esortati dalle altre sfere a non usare il personaggio. Così, siccome gli autori avevano dei piani per una storyline che la coinvolgeva direttamente, la sostituirono con Cupid. Ciò che rimane di Harley Quinn è questa citazione:

anche se avrebbe dovuto essere così:

e una foto promozionale che la ritrae:

arrow

4: In Thanksgiving (settimo episodio, sesta stagione) fa un veloce cameo il cantante Billy Joel. L’apparizione non è stata filmata ex-novo per la puntata ma, per rendere più veloci le cose – e anche meno costose – gli autori hanno chiesto il permesso a Joel di riutilizzare delle vecchie scene Live che, nell’episodio, sarebbero state spacciate per un fittizio concerto del musicista a Star City. La scelta è ricaduta su una dal vivo dell’Agosto del 2015 di “No Man’s LandNassau Coliseum di Long Island.

Ma perché proprio Billy Joel? Perché lo sceneggiatore Marc Guggenheim ne è un grande fan e, appena può, butta in Arrow un riferimento a lui, come il titolo del terzo episodio della quinta stagione intitolato come una sua canzone: “A Matter Of Trust“.

Classe '90, comasco. Ama così tanto la Nona Arte, che il suo corpo è fatto di carta patinata ed inchiostro, condizione fisica che l'ha sempre costretto all'ospedale. Cresciuto a pane e fumetti (e lavande gastriche) in età anagraficamente, ma non mentalmente, adulta ha sentito il bisogno di esternare i suoi pensieri riguardo la sua passione per i fumetti - ma anche cinema, serie tv, libri, musica e la pizza - attraverso la scrittura: anche se diverse ordinanze restrittive glielo impediscono legalmente. Non sa fare, quindi insegna Inglese. Ha scritto per RecenSerie, OverNews Magazine, Quarta Di Copertina e Geek Area.